giovedì 9 ottobre 2008

La banca ideale di Tremonti

Pare che ieri Giulio Tremonti abbia "fatto la battuta" sulla sua banca ideale, a margine dell’Ecofin di ieri. 
La banca ideale di Tremonti è “una banca che non ha il computer, non ha il bancomat e dove non si parla inglese, con un sistema cartaceo, fisico, quasi primitivo”.  

2 commenti:

Aleblog ha detto...

Ari, non so se è il posto giusto ma anch'io non trovo la tua mail. Volevo dirti che ho citato un tuo commento nel mio post di oggi (ma forse lo sai già, non capisco se l'inserimento nel blogroll avviene in automatico o se ce l'hai messo tu, sono nuova nella blogosfera...)

smatsmat ha detto...

Ciao aleblog,
grazie per la citazione!
Probabilmente ti ho inserito nel blogroll... ora controllo.
Spero di rivederti ancora su questi lidi.
:-)